Una borsa di studio su misura

A gennaio uscirà il bando di concorso per la borsa di studio a lui intitolata.

Sarà una borsa di studio dedicata  a  chi , ama la vita e la  vive appieno, dedicandosi non solo allo studio con ottimi risultati e propensione per le materie scientifiche ma  impegnandosi anche seriamente nello sport, coltivando hobby , quale l’informatica  e chi più ne ha più ne metta.

Ho voluto creare una borsa di studio che ricalcasse  il modello di vita del mio Matteo.

Matteo era molto  impegnato  con lo sport, fra allenamenti e partite,il calcio era la sua passione ma non solo.

Dedicava molto tempo all’informatica .

Non sarà per nulla una borsa di studio facile , sicuramente qualche “secchione” dedito solo allo studio la vincerebbe  senza difficoltà.

Ma né io né Matteo vogliamo questo ,perché  lui non sopportava l’idea  del secchione, la sua filosofia era :”ottenere il massimo con il minimo sforzo”, e lui c’era riuscito.

Diciamo pure  che il suo bagaglio intellettivo non era cosa da poco , quindi, consiglio di mamma, a chi dovesse leggere questo post , ed è uno studente, adottate la filosofia di vita del mio Matteo,solo se siete in grado di sostenerla, altrimenti  STUDIATE STUDIATE  e ancora STUDIATE.

Una borsa di studio su misuraultima modifica: 2007-10-18T22:39:44+00:00da ics.ipsilon
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Una borsa di studio su misura

  1. Lo so che tu ci sei, so che tu sei reale e che lo sono i tuoi abbracci… sono io che non ci sono stata quando avrei dovuto esserci… sono io che sono stata inadeguata e fuori luogo e piccola, piccolissima nel momento in cui avrei dovuto semplicemente esserci così come sono, non credere che non ci pensi a questa cosa, non credere che abbia trovato una risposta a questo mio comportamento così poco sensibile… che poi ero sensibile, ti pensavo ogni giorno, ogni giorno mi dicevo: Sabi chiama Robi, ma dopo quelle due volte che ci siamo sentite, dopo aver sentito le tue lacrime ed il tuo dolore mi sentivo ancora più piccola e inutile… ed il tempo che si accumulava rendeva sempre tutto più difficile… ho sbagliato Robi, lo so perfettamente e non c’è scusante che tenga di fronte a tutto questo… purtoppo siamo esseri umani e sbagliamo… e poi gli errori si pagano… ma ancora oggi, dopo tanto tempo che non ci sentiamo e non ci parliamo io ti penso, e ti sono vicina nel mio stupido modo… riuscirò a riprendere il telefono in mano ed a chiamarti, se non risponderai non importerà, avrai perfettamente ragione… Grazie dell’abbraccio che hai lasciato da me, grazie di cuore, porterò i tuoi auguri a Valentina e speriamo bene… ciao Sabi

Lascia un commento